lunedì 17 febbraio 2020

Invecchiare è l'unica risposta che rende consapevoli.
Quando ti accorgi che il tempo per costruire quello che hai progettato se ne sta andando, non devi fare altro che sbrigarti per non pentirti un giorno di non esserci riuscito.
Ogni ruga nuova è un'occasione da sfruttare, ogni capello in meno una scommessa da ripetere e ogni pelo bianco in più un fiore nuovo da piantare.
Sfruttare le scommesse piantate: sembra facile, vero?
C'è chi non vive l'importanza del saper cogliere, chi invece non ama scommettere; c'è poi chi invece di piantare sradica, lasciandosi alle spalle pezzi di terreno smossi e aridi di ogni prospettiva futura.
Facciamo presto perché andiamo incontro alla primavera, la stagione ideale per rinascere senza che il destino ci batta il tempo.
Tornerà l'estate per godere delle nostre buone intenzioni, poi l'autunno per lasciarle ricadere e restituirle a una vita nuova e infine l'inverno a domandarci se siamo pronti a ricominciare.
È così che s'invecchia, cullati e non sfiniti dalla consapevolezza del vivere.






meraklidikos@gmail.com

2 commenti:

  1. Il segreto è accettare tutte le stagioni, perché ognuna ha in sé bellezza. Se ci riusciamo, capiremo davvero cosa vuol dire vivere appieno, con noi stessi e gli altri. Alla fine siamo stagioni anche noi. Sbocciamo, fioriamo, cresciamo, cadiamo, e sbocciamo di nuovo, ogni volta più forti.

    RispondiElimina
  2. Caro ROCCO ai ragione se pensassimo un po' di più gli anni che passano le stagioni sarebbero sempre più belle ti saluto con affetto

    RispondiElimina