venerdì 24 gennaio 2020

Sto partecipando a un corso di formazione dove si parla di deontologia e codici comportamentali.
Le parole più ricorrenti nell'esposizione del relatore sono rispetto, educazione e modo.
Tengo gli occhi fissi sulle slaid del powerpoint; scorrono lente sullo schermo appeso alle sue spalle.
La luce che alimenta ciò che viene proiettato è integrata dallo splendore dei raggi del sole ospitati nella nostra aula.
Docenti e corsisti mescolano lezioni e appunti, nel "rispetto" di pareri diversi e nell'adozione della buona "educazione" vicendevole.
La multiple esperienze sono il "modo" più semplice per crescere e imparare a riconoscere l'appartenenza ad un cantiere sociale stracolmo di sassi da utilizzare.
Oggi più che mai la deontologia professionale obbliga a decidere se tra le divise e gli abiti civili è più saggio alzare muri che dividono o costruire ponti che uniscono.
Rispetto, sempre, con la corretta dose di buona educazione e sfruttando al massimo i giusti modi per rapportarsi vicendevolmente.
La lezione è finita: comincia l'ora dell'Ordine Pubblico.





meraklidikos@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento