mercoledì 29 gennaio 2020

È vero: il caffè è un piacere, ma anche la nostra vita lo è.
Possiamo decidere di metterci tutto lo zucchero che vogliamo, ma per addolcire il suo sapore, dobbiamo girarlo col cucchiaino che il destino ha posato di fianco alla nostra tazzina.
Quando si dimentica di farlo, possiamo berlo amaro, gustandone comunque il buon gusto o l'amarezza della moka che ci è capitata, oppure alzarci ed andare a recuperare quel cucchiaino per far girare tutte le nostre aspettative.
Un caffè amaro bevuto con soddisfazione vale più di un caffè zuccherato a suon di sacrifici.
Basta non rimanere fermi, perché questa è l'unica azione che lo farà raffreddare.






meraklidikos@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento