martedì 22 settembre 2020

Vedervi sorridere mi rende felice; mi fa sentire importante, invincibile, vincente.
Sono molte le volte in cui vorrei poter fare di più, vorrei provare a farvi credere quanto sarà importante affrontare la vita disinteressandosi dei dinosauri sfigati che incontrerete e cercheranno di cibarsi di voi.
I vostri viaggi vi porteranno sopra pianeti confusionari dove a volte avrete voglia di perdonare, altre di vendicarvi.
Vi incrocerete con iene pelose nate sconfitte, invidiose della vostra capacità di andare oltre, e quando ogni cosa si trasformerà in dispetto, avrete voglia di reagire per trasformarvi in bestie feroci come loro.
Non fatelo, non tirate mai fuori la spada tagliente dell'odio, dell'astio, del "ti faccio vedere io".
Non è questo che serve per uscire vincenti dalle provocazioni dell'ignoranza, perché la violenza è ignoranza, piccolezza, fragilità, e il mondo che ci è stato dato da vivere è molto più popolato di scimmie che hanno scelto di fermarsi, rispetto a pochi uomini bravi a continuare.
È molto più semplice addormentarsi: ci si stende, si chiudono gli occhi e s'immagina quello che piace.
Il difficile è risvegliarsi: cancellare i sogni brutti per non lasciarsi condizionare  l'umore, lavarsi e rivestirsi per uscire e ricominciare a correre; vivere a contatto con le stesse iene incrociate il giorno prima consapevoli che a casa abbiamo lasciato il nostro gatto peloso che tutte le sere ci fa le fusa.
E pensare che potremmo fare tutti finta di sognare anche da svegli, persi ma sorridenti dentro una vita notturna illuminata dal sole.
I miei raggi caldi siete voi: usateli anche per gli altri, sempre, perché la terra ha bisogno di sole e non di temporali.
Scaldate e fate scaldare, sorridete e lasciate che gli altri sorridano, abbracciate e stupite chi non se lo aspetta, ricordando agli abitanti di ogni foresta che dovrete inevitabilmente attraversare, che la vita è bella anche al fresco e al riparo sotto gli alberi, ma che prima o poi, ad abbronzarci al sole, ci torneremo tutti.




meraklidikos@gmail.com

5 commenti:

  1. Parole vere, sagge ma soprattutto espresse col cuore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. E loro sapranno brillare. Come sempre. Bravo papà!

    RispondiElimina
  3. Sii tenero.
    Non lasciare che il mondo ti indurisca.
    Non lasciare che il dolore ti insegni l'odio,
    non lasciare che l'amarezza ti rubi la dolcezza.
    Il mondo può essere ancora un posto splendido.

    - Kurt Vonnegut

    RispondiElimina